Rue Joseph Waters 5, 1030 Bruxelles

+32 472 09 82 32

info@radiomir.space

SUPERBONUS 110% PER I NON RESIDENTI IN ITALIA

23 Marzo 2021 | Utilità

di Francesco Colletta G.B.P.C. srls

L’Agenzia delle Entrate rispondendo all’interrogazione parlamentare n. 5-04433
del 28 luglio 2020 chiariva che ll Superbonus, più conosciuto come Eco Sisma
Bonus 110%, D.Lgs 24/20 convertito nella L. 77/2020 può essere beneficiato da
tutti i contribuenti, sia residenti che non residenti in Italia in quanto
eserciterebbero l’opzione di cessione del credito e sconto in fattura.
La detrazione del 110% è fruibile per i seguenti interventi:
a) Riqualificazione energetica;
b) Riduzione del rischio sismico;
c) Installazione di impianti fotovoltaici + batterie accumulo + colonnina ricarica
autovetture elettriche
Per i non residenti:
L’Agenzia delle Entrate rispondendo all’interrogazione parlamentare chiariva che
anche i soggetti residenti all’estero, purché iscritti all’AIRE, possono beneficiare
del superbonus 110%, atteso che le spese dovranno essere sostenute nel periodo
dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021.
I non residenti, non potendo usufruire dell’utilizzo diretto della detrazione in
quanto non percettori di reddito in Italia, avranno la facoltà di optare per:
a) Sconto in fattura;
b) Cessione del credito ad altri soggetti, inclusi istituti di credito e intermediari
finanziari
Qualora l’Italiano residente all’estero volesse optare per l’utilizzo diretto del
credito di imposta in dichiarazione dei redditi è implicito che lo stesso debba
essere titolare di redditi di fonte italiana, in caso contrario verrebbe a configurarsi
l’ipotesi di “incapienza” della detrazione. Per questi motivi e non solo è opportuno
valutare in anticipo, effettuando un due diligence, prima sulla legittimità e
conformità urbanistica dell’immobile, successivamente analisi dei lavori per i quali
si intende usufruire della detrazione.

Di seguito delle info più dettagliate e una modulistica per chiedere informazioni.